Archivi del mese: febbraio 2020

Pronto Soccorso Per Speleologi Narrativi — Parte I [M&M]

C’è qualcosa che mi spinge a visitare luoghi, diciamo così, fuori dall’ordinario. Evidentemente. E a scriverne. Era già capitato con il “Centro culturale Ikeda per la pace”, a Corsico; primum movens (c’è da dire, assieme a Franny Glass) del racconto “Io, Me Stesso e i Dieci Regni”. Questa volta, invece, è toccato alla “Federazione di Damanhur” — situata a Vidracco, in Piemonte, scoperta un po’ di tempo fa grazie a un viaggio organizzato. In principio, questo reportage — anche se mi fa strano chiamarlo così — faceva parte di un testo (ancora) più lungo. E più complicato. (Non: complesso. Complicato.) Grazie a delle persone che l’hanno letto, e ai consigli che queste persone mi hanno dato (e che ringrazio infinitamente), l’ho rivisto e adesso potete leggerne (se vi va, ovvio) l’unica parte che, secondo me, andava salvata. Dentro ci troverete: guide turistiche improbabili; una breve storia dell’universo (e dell’Olivetti di Ivrea); un po’ di mitologia egizia (che non guasta mai); l’apparizione silenziosa di un gatto (un ulthariano, mi sa); un gruppo di persone con una strana ossessione per i “circuiti”; un’irruzione delle forze di polizia (e una fuga in elicottero, anche); un improbabile strumento tecnologico per ascoltare la musica delle piante; dei misteriosi alfabeti; un’impressionante opera architettonica; una coppia di innamorati che alla fine dopo tanto girovagare se ne torna, finalmente, a casa.

[Continua su Minima&Moralia.]